"CERTI BIMBI..." a Caulonia

Le prime foto dell'iniziativa, dal titolo "CERTI BIMBI...", che l'associazione degli amici di Angelo ha organizzato a Caulonia (RC) il 10 agosto 2007 e che ha visto la partecipazione di associazioni di volontariato.

Il 10 agosto l’associazione "Amici di Angelo Frammartino" ha organizzato a Caulonia (RC) un’iniziativa dal titolo "CERTI BIMBI…" per ricordare i valori di pace, non violenza e solidarietà di Angelo e la sua esperienza di volontariato a Gerusalemme in favore dei bambini.

L’iniziativa è il primo di una serie di appuntamenti che si svolgeranno annualmente presso la villa "Angelo Frammartino di Caulonia Marina".

Gli amici di Angelo, di Caulonia e Monterotondo, hanno voluto ricordare l’espererienza di Angelo a Gerusalemme ad un anno esatto della sua uccisione. Non si è trattato di una semplice commemorazione, ma si voluto promuovere valori positivi attraverso il ricordo di coloro i quali erano con lui a Gerusalemme nell’estate del 2006 e le testimonianze di quanti, in vario modo ed in vari posti, operano per portare il loro aiuto ai più piccoli.

L’iniziativa, particolarmente sentita e partecipata, ha visto il coinvolgimento di tanti che, soprattutto tra i giovani, di Caulonia e non solo, si sentono vicini agli ideali di pace, non violenza e di solidarietà verso i più deboli. Oltre ai rappresentanti dell’associazione degli amici di Angelo e dei ragazzi che hanno condiviso con lui l’esperienza di volontariato a Gerusalemme presso il centro giovanile "Torre del Fenicottero", hanno partecipato diverse associazioni di volontariato e/o operanti nel terzo settore: Save the Children - Italia, CIR - Consiglio Italiano Rifugiati e la cooperativa sociale GOEL della Locride.

- Gli stand dell’associazione degli amici di Angelo esponevano diversi cartelloni dedicati alla documentazione della attività svolte, ai progetti cui ha partecipato ed alle prossime iniziative in programma ed alle principali testimonianze che il ricordo di Angelo ha lasciato: foto, depliant, volantini, documenti scritti, ecc…

- I ragazzi, compagni dell’esperienza con Angelo lo scorso anno a Gerusalemme, hanno esposto nel loro stand foto e documentazione della loro esperienza di volontariato in favore dei bambini. Il loro stand, inoltre, ha ospitato un televisore che, per tutta le durata dell'iniziativa, ha mandato in onda un video che raccontava le attività svolte dal centro "Torre del Fenicottero".

- L’organizzazione non governativa Save the Children - Italia, il CIR - Consiglio Italiano Rifugiati, che si occupano di minori, e la cooperativa sociale GOEL della Locride hanno testimoniato la loro attività di solidarietà e di impegno nel sociale.

L’area verde, e soprattutto i viali della villa, hanno ospitato non solo gli stand delle associazione presenti, ma anche i materiali di quanti hanno voluto partecipare all’iniziativa:

- un cartellone è stato dedicato alle poesie degli alunni della IV A dell’istituto comprensivo "Falcone" di Caulonia Marina.

- altri pannelli hanno raccontato, per immagini, il viaggio in Malawi dei ragazzi delle scuole di Roma con il sindaco Veltroni ed alcuni familiari di Angelo. Durante il viaggio è stata inaugurata una scuola, dedicata ad Angelo, che ha consentito ad 800 bambini di poter accedere all'istruzione in maniera dignitosa.

L’iniziativa è iniziata con una semplice e sobria cerimonia di intitolazione ad Angelo della villa. I ragazzi di Caulonia e Monterotondo, insieme a tutti i partecipanti, hanno sollevato una grande bandiera della pace scoprendo così la scultura di marmo a lui dedicata. Su un semplice scivolo è incisa la frase "Fare l’amore con la Non Violenza per partorire la Pace dal grembo della società. Angè": attraverso questa incisione scorre l’acqua che scendendo lungo il marmo finisce per innaffiare un albero di ulivo, simbolo della pace.

L’incontro è stato introdotto dal sindaco di Caulonia Ilario Ammendolia. Francesca Frammartino, cugina di Angelo, ha letto una lettera di ringraziamento dei familiari. Alfredo Montagna, amico di Angelo, ha raccontato l’organizzazione dell’evento ed ha annunciato i successivi interventi. Sono quindi intervenuti: Raffaele Abbinante ed i ragazzi dell’associazione "Amici di Angelo Frammartino", Silvia Bassoli, che insieme ad Angelo, ha vissuto l’esperienza di volontariato presso la "Torre del Fenicottero" a Gerusalemme; Andrea Pecoraro, dell’associazione CIR - Consiglio Italiano Rifugiati, che si occupa del problema dei minori rifugiati in Italia; Antonella Inverno di Save the Children - Italia, l’organizzazione internazionale indipendente per la difesa e la promozione dei diritti dei bambini.

Tra le autorità hanno preso la parola il Vice commissario prefettizio di Caulonia Felice Iracà, che insieme al Commissario Giuseppe Priolo ha avviato le procedure per l’intitolazione della villa ad Angelo in occasione dell’incontro del 4 gennaio 2007, e il consigliere provinciale Attilio Tucci, in rappresentanza della Presidenza della Provincia di Reggio Calabria. Al termine degli interventi si è assistito ad un audio-video con Gerusalemme. Raffaella Bolini, dell’ARCI, e Sergio Bassoli della Prosvil-CGIL hanno ricordato l’importanza dei progetti di cooperazione internazionale a Gerusalemme. Michelangelo e Pierangelo Frammartino, cugini di Angelo, hanno raccontato i programmi del viaggio a Gerusalemme e ringraziato tutta la comunità cauloniese per la partecipazione all’organizzazione dell’iniziativa.

Ha chiuso la serata la proiezione, nello schermo centrale, della versione integrale del video prodotto dai ragazzi che lo scorso anno hanno condiviso l'esperienza di volontariato con Angelo a Gerusalemme.