Borse di studio 2013-2014: FAQ – Domande frequenti


2. Il bando è rivolto a persone provenienti da una determinata area geografica?

No, non sono previste restrizioni geografiche.

3. C’è uno standard previsto per la lunghezza del progetto di ricerca da presentare o dei limiti di lunghezza per la proposta di ricerca?
Non c'è una lunghezza specifica o un limite. Bisogna seguire la griglia indicata nel bando e rispondere nel modo più completo possibile. Non è tanto la lunghezza, quanto la chiarezza e la qualità della proposta che conta.

4. E’ possibile partecipare nel caso in cui alla data di scadenza del bando non si sia ancora conseguita una laurea di primo livello?

No, purtroppo non è possibile.

5. Quale taglio della ricerca ci si attende? Di stampo più accademico o divulgativo?

Accettiamo entrambi i tipi di ricerca. La valutazione dipenderà dalla qualità della proposta e dalla congruità con gli obiettivi e temi del bando.

6. Si possono proporre ricerche relative ad aree geografiche extra-europee?

Sì, è possibile.

7. Il titolo indicato nella proposta di ricerca deve essere esattamente quello definitivo?
Possibilmente, ma non necessariamente.

8. Gli enti che si intende coinvolgere devono già confermare la propria disponibilità a collaborare per poter essere indicati nella proposta di ricerca o possono semplicemente essere proposte da verificare una volta approvato il progetto?
Possono essere proposte da verificare in seguito.

9. Quali sono i termini entro il quale organizzare il cronogramma?

Agosto 2011 - marzo 2012.

10. Possono rientrare anche prospettive letterarie delle tematiche?
Sì, è possibile. La valutazione dipenderà dalla qualità della proposta e dalla congruità con gli obiettivi e temi del bando.

11. L'importo della borsa di studio deve essere giustificato nel Piano di spesa? L'ammontare complessivo della borsa è volto a coprire spese specifiche rendicontabili?

La borsa di studio è utilizzabile senza restrizioni alcune per la realizzazione della ricerca. Non viene chiesta una rendicontazione sull'uso delle risorse economiche ricevute. Il piano di spesa ha senso e viene discusso in fase di tutoraggio e può essere utile per evitare tassazioni su spese di voli e di trasporti.

12. Riguardo i titoli accademici conseguiti, è sufficiente una mia dichiarazione o sono necessari i documenti ufficiali dell'Università con marca da bollo timbrata?
E’ sufficiente una autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000, come indicato nel bando.

13. Le attività di ricerca richiedono la presenza fisica in Italia? Oppure le ricerche possono essere effettuate anche all'estero?
Le attività possono essere effettuate anche all'estero.

14. Posso presentare una proposta di ricerca in una lingua diversa dall’italiano?
No, accettiamo solo proposte di ricerca in lingua italiana.

15. E’ possibile presentare una proposta di ricerca facendo riferimento soprattutto ad un proprio lavoro pregresso?
I lavori pregressi fanno parte del Curriculum e danno punteggio nella fase di valutazione delle candidature. La proposta di ricerca deve essere chiaramente una fase di ricerca da realizzarsi nel periodo in questione: agosto 2011 - marzo 2012. Può essere parte di un percorso iniziato anteriormente e che si concluderà posteriormente, ma la proposta di ricerca che si intende presentare deve avere una propria identità progettuale, con tanto di finalità e di risultati previsti per quella fase.

16. Quando dovranno iniziare le attività di ricerca?
Le attività dovranno iniziare dopo la consegna firmata della lettera di incarico con cui la Fondazione comunica ai vincitori di assumere l'impegno rispettando le modalità ed i tempi fissati dal bando (agosto 2011).

17. E' valida la documentazione inviata tramite email con firma scannerizzata?

Sì, è valida.

18. Le domande vanno inviate sia via email che via posta?

No, è sufficiente l'invio tramite una delle due modalità.


Stampa   Email