Dom19112017

Back Sei qui: Home > Angelo > Riconoscimenti > VI edizione del Premio Internazionale "Marco e Alberto Ippolito"

Riconoscimenti

VI edizione del Premio Internazionale "Marco e Alberto Ippolito"

Il 3 maggio scorso si è conclusa la VI edizione del Premio Internazionale "Marco e Alberto Ippolito" con la premiazione delle ragazze e dei ragazzi, provenienti da tutte le regioni d’Italia e d’Europa e l’assegnazione del premio "Amicizia" ad Angelo Frammartino.


Il 3 maggio scorso si è conclusa la VI edizione del Premio Internazionale "Marco e Alberto Ippolito" con la premiazione delle ragazze e dei ragazzi, provenienti da tutte le regioni d’Italia e d’Europa, autori delle opere vincitrici nelle diverse categorie del premio: (prosa e poesia) e l’assegnazione del premio "Amicizia" ad Angelo Frammartino.
In apertura della cerimonia, condotta dal prof. Leonardo Pangallo , è stata ricordata la figura di Angelo Frammartino ed il suo impegno in favore dei bambini.
Ed è proprio ai giovani che il Pemio "Marco e Alberto Ippolito" si rivolge per primi.
I genitori di Angelo hanno ritirato il premio "Amicizia", conferito ad Angelo Frammartino , (lo scorso anno lo ritirò don Merola per il suo impegno contro la criminalità), dalle mani del consigliere comunale della città di Reggio Calabria e delegato all’Attuazione del programma, Giuseppe Agliano.
"Sono stato cooptato nella grande famiglia del Premio “Marco e Alberto Ippolito”, in memoria di due giovani straordinari e un riconoscimento non poteva che essere conferito ad Angelo Frammartino che ha svolto un’attività pregna di grandi ideali, portando in giro per il mondo i valori della pace, della fratellanza e della solidarietà" ha dichiarato il consigliere comunale.
Pietro Raschillà, giornalista di Raiuno, ha associato la figura di Angelo Frammartino e a quella di Mariagrazia Cutuli per il loro impegno che "andava al di là del lato puramente professionale e un amore incondizionato per la città delle tre religioni monoteiste".
La cerimonia è proseguita con la premiazione dei riconoscimenti ai vincitori, designati dalla giuria composta da Rosita Loreley Borrato, Antonietto De Angelis e Caterina Silipo.
Ha concluso l’incontro Natina Cristiano, vice presidente del Consiglio nazionale della Fnism e madre di Marco e Alberto Ippolito.


Fonte articolo: Il quotidiano della Calabria, 5 maggio 2008