Lun20112017

Back Sei qui: Home > Angelo > Dediche ed intitolazioni > Il basket Monterotondo ha ricordato Angelo Frammartino

Dediche ed intitolazioni

Il basket Monterotondo ha ricordato Angelo Frammartino

Angelo aveva giocato per diversi anni con le giovanili del club eretino.
Al presidente Pesciarelli i messaggi di Veltroni e della Melandri. L’intervento del sindaco Lupi ed il premio al padre Michelangelo.

Angelo Frammartino aveva giocato per diversi anni con le formazioni giovanili dell’A.S. Roma Nord Basket Monterotondo.
E la società del presidente Fabio Pesciarelli ha voluto ricordare lo sfortunato ragazzo eretino, ucciso un anno fa a Gerusalemme, proprio con un torneo giovanile. Sono stati tre giorni intensi di sport vero, corretto, leale. Nei giorni 5, 6 e 7 aprile nel Palazzetto dello Sport di Monterotondo Scalo sono scese in campo tutte e 24 le formazioni del Basket Monterotondo Roma Nord per onorare la memoria del compianto ragazzo.
Dai bambini del mini basket alla prima squadra tutti hanno voluto partecipare alla prima edizione di "Baskettando 2007", I° Memorial Angelo Frammartino, il Basket per la Pace.
Addirittura 13 le società che hanno entusiasticamente risposto all’invito del club eretino. Riservato alla categoria cadetti (91-92), il Memorial è stato vinto dalla squadra di casa che in finale ha regolato l’Ariccia.
Un successo sofferto ma meritato per i ragazzi di Pannocchia giunti in finale dopo una semifinale risolta solo nelle battute conclusive con il Ladispoli.
I lidensi si sono rifatti battendo il San Paolo Ostiense nella finale per il 3°- 4° posto. "Ci tenevamo molto a ricordare Angelo che ha giocato con noi per diversi anni. La nostra è stata una festa semplice ma spontanea – spiega il presidente Fabio Pesciarelli - ringrazio tutti i dirigenti ed i collaboratori che si sono adoperati per la riuscita della manifestazione. Un ringraziamento particolare lo rivolgo al sindaco di Roma Veltroni ed al Ministro Melandri che pur non potendo intervenire direttamente hanno inviato messaggi toccanti ricordando l’esempio di Angelo".
Nell’ambito della manifestazione da registrare la partita amichevole sostenuta dalla squadra dell’Eretino Basket Monterotondo con la Lazio Pallacanestro che milita nel campionato di C2. Secondo pronostico si sono imposti i biancazzurri (84-73) ma la squadra di "Pancho" De Luca ha fatto la sua bella figura. Il clou della riuscitissima manifestazione c’è stato comunque venerdì 6 aprile con l’arrivo al Palazzetto di Monterotondo Scalo del capitano della Lottomatica Roma Alessandro Tonolli.
Il giocatore della Virtus che ha risposto con grande entusiasmo all’invito del presidente Pesciarelli è stato letteralmente sommerso dall’abbraccio di centinaia di ragazzi presenti con i quali si è intrattenuto per oltre mezzora firmando palloni e magliette ricordo. Richard Nnodi, 14 anni appena compiuti, non è riuscito a nascondere tutta la sua emozione: "E’ stata un’esperienza bellissima, solo a ripensarci mi vengono i brividi". Ragazzo di colore, Richard ha genitori nigeriani, ma è nato a Monterotondo e parla benissimo l’italiano.
Sua sorella Queen Elisabeth gioca in serie A in prestito al San Raffaele Roma. Anche lui promette bene. E’ alto 1,90 ma è destinato a crescere ancora. "Ho 48 e mezzo di scarpe proprio come Tonolli – rivela il promettente ragazzino - diventare come lui? Sarebbe un sogno". Alla serata conclusiva del riuscitissimo Memorial oltre al sindaco di Monterotondo Lupi hanno assistito i genitori di Angelo.
Il papà, Michelangelo, sopraffatto dall’emozione al momento della premiazione non è riuscito nemmeno a parlare. Il sindaco di Roma, grande appassionato di basket, anche se non è potuto intervenire ha inviato un messaggio che riportiamo a parte integralmente.
Parole toccanti ha avuto anche il Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive Giovanna Melandri che oltre a ricordare la figura del giovane volontario ha aggiunto: "Alla Roma Nord Basket Monterotondo rivolgo il mio più sincero ringraziamento per questa iniziativa con lo scopo, oggi e negli anni che verranno, di ricordare con amore e grande rispetto la sua straordinaria esistenza. E rivolgo anche un saluto sentito alla comunità cittadina del Comune di Monterotondo e alla famiglia Frammartino, con l’impegno di non dimenticare la testimonianza profonda arrivata dal sacrificio della giovane, irripetibile vita di Angelo".
Nell’ambito della manifestazione sono stati premiati il papà di Angelo Michelangelo Frammartino, il capitano della Lottomatica Alessadro Tonolli, il sindaco di Monterotondo Antonino Lupi, Armida Valenti vedova del dirigente Domenico scomparso recentemente. In campo sportivo riconoscimenti sono andati ai giocatori Diego De Girolamo e Lorenzo Carlini dell’Ariccia premiati rispettivamente come miglior giovane e miglior realizzatore del torneo.
Il premio come miglior giocatore del torneo è andato a Pawel Siudut del Monterotondo.
Il premio speciale "Domenico Valenti", a ricordo dello scomparso dirigente eretino, è stato assegnato a Stefano Giannetti. Nel corso della manifestazione sono stati raccolti fondi per la nascente "Fondazione Angelo Frammartino".

 

Fonte articolo: L'Eretino 4 maggio 2007